Alberghiero di Santa Cesarea. Presto fatto

Interventi interni ed esterni. La scuola è quasi completa

Due milioni e 500mila euro sono stati destinati dalla Provincia di Lecce per il completamento del quarto lotto dell’istituto alberghiero di Santa Cesarea Terme. “Per assecondare – ha spiegato Salvatore Capone, assessore provinciale all’Edilizia scolastica – la particolare vocazione della città”

L’intervento costerà in tutto due milioni e 500mila euro e permetterà il completamento dell’istituto professionale alberghiero di Santa Cesarea Terme. Il progetto definitivo dei lavori di completamento del quarto lotto dell’edificio è infatti stato approvato oggi dalla giunta provinciale, presieduta da Giovanni Pellegrino. Questo prevede la realizzazione di 15 nuove classi, la costruzione di una palestra, nonché i lavori di completamento degli spazi polifunzionali come laboratori tecnici ed uffici amministrativi e sistemazioni esterne di vario tipo. “L’ulteriore provvedimento varato quest’oggi per l’Istituto Alberghiero – ha dichiarato Salvatore Capone, assessore provinciale all’Edilizia Scolastica – asseconda ulteriormente il desiderio di un territorio, come quello di Santa Cesarea Terme, che fa del turismo una delle sue prerogative principali. Nello stesso tempo continua a perseguire concretamente il convincimento che non può esserci migliore investimento di quello fatto a vantaggio delle strutture formative”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!