La Poli Bortone attacca la distribuzione coop

Il commento, di parte, della Sindaca non è coerente: l'invito di Storace ai farmacisti di abbassare i prezzi non poteva aprire il mercato alla concorrenza così come non l'ha fatto il decreto Bersani.

“Nulla assolutamente contro le coop, – è quanto si legge nel comunicato stampa di ieri – se non il ricordare che sono la potentissima cordata commerciale della Sinistra italiana che ha invaso il mercato. Viene da riflettere, – insiste ancora il primo cittadino – sull'accoglienza “tiepida” (l'aggetivo è un eufemismo) del provvedimento dell'ex ministro Storace che invitava i farmacisti ad abbassare i prezzi. Probabilmente oggi avremmo davvero un libero mercato concorrenziale e non un nuovo monopolio.” (il comunicato stampa così come riportato nell'articolo) Non facciamoci ingannare dalle apparenze. Visto che i piccoli parafarmacisti vengono boicottati dalla distribuzione e dalle stesse case farmaceutiche, la dottoressa Pelle di Galatina può confermarvelo, ancora non possiamo parlare di libero mercato bensì ci troviamo davanti ad un duopolio, farmacisti e coop. Quello che non capisco è come si possa pensare che un invito ad abbassare i prezzi porti da un monopolio ad un 'libero mercato concorrenziale' e come l'introduzione di un nuovo singolo soggetto possa trasformare la situazione a quella di 'nuovo monopolio'. Viene da sperare che l'autore dell'articolo abbia stralciato il comunicato stampa della Poli Bortone altrimenti su Lecce grava il 'rischio' di un terzo mandato.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!