[DVD] Il Caimano

«È sempre il momento di girare una commedia»

Il film di Moretti è uscito a ridosso delle elezioni, si sa; e per questo è diventato un film elettorale tout-court. Viene perciò quasi da chiedersi se valga la pena vederlo adesso, mesi dopo. Io direi proprio di sì, perché il Caimano è un film complesso e ricco di letture sugli italiani e, solo di conseguenza, su Berlusconi.

Bruno Bonomo, un produttore di film di serie Z sull’orlo del fallimento professionale e personale si ritrova tra le mani una sceneggiatura, (intitolata anch’essa Il Caimano) che racconta l’ascesa di Berlusconi. Estratti di B-movie, proiezioni immaginarie di Bonomo alla lettura del Caimano, ciak di scena del film, materiale di repertorio televisivo, pezzi di vita quotidiana del protagonista e quattro diversi Berlusconi (quello iperrealista di De Capitani, quello umano e simpatico di Placido, quello gelido e pericoloso di Moretti e… quello vero) . Un racconto stratificato e intrecciato che è pura materia morettiana raccontata però con uno stile nuovo. Un racconto con cui Moretti in realtà non parla di Berlusconi ma dell’Italia, degli italiani brava gente che hanno ben piantato nel loro DNA il gene del fascismo che ad intervalli regolari rigermoglia. Un film agghiacciante quindi, non privo di difetti ma cupo e crudo, come mai Moretti ha saputo e voluto essere. Una storia che solo in Bonomo, alla fine, trova un briciolo di speranza, grazie ad un atto di profonda dignità umana (Bonomo dopo aver visto naufragare la sua vita, professionale, sociale, amorosa, alla fine, non può far altro che vendere la casa per produrre almeno una parte di quel film che nessuno vuole fare). Da antologia il finale, da vedere e riverere regolarmente per non dimenticare cosa siamo diventati.

[Il Caimano (Italia 2006) Regia Nanni Moretti Sceneggiatura Nanni Moretti, Francesco Piccolo, Federica Pontremoli Con Silvio Orlando (Bruno), Margherita Buy (Paola), Jasmine Trinca (Teresa), Michele Placido (Marco Pulici), Elio De Capitani (il caimano) Durata 112' ]

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!