Pis: buoni i risultati

I Programmi Integrati Settoriali, secondo Massimo Ostilio, assessore regionale al turismo, hanno permesso di ottenere dati positivi circa l’ afflusso turistico extra-Regione

Finanziati dalla giunta regionale pugliese i programmi di promozione turistica dei comuni che fanno parte dei Pis: il Normanno-Svevo, il Sud-Salento, il Pis Habitat rupestri, il Barocco e il Bat.

I fondi messi a disposizione del settore turistico della Regione sono stati destinati alla progettazione e alla promozione degli eventi, con il fine precipuo di attrarre i flussi al di fuori della Puglia. L’attenzione al turismo extraregionale è un importante incentivo per migliorare la qualità dell’offerta e rendere il nostro territorio maggiormente competitivo. I comuni interessati dovranno procedere alla firma delle convenzioni, che prevedono l’utilizzo di materiale informativo e pubblicitario che identifichi la provenienza regionale dei fondi, proprio per armonizzare gli eventi. «È positivo l’esempio di Salve – ha detto Ostilio – che per il Pis Sud Salento ha già firmato la convenzione». E i risultati sembrano essere incoraggianti: «I primi dati di afflusso extra-Regione – ha affermato ancora – sono positivi, merito anche del lavoro svolto dai Pis, che ci ha impegnato sin dall’inizio di aprile».

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!