Installate le centraline per il monitoraggio dell’inquinamento

Sedici le centraline montate nel comune di Casarano, ma per la loro attivazione bisognerà aspettare il mese di settembre

“Tek-up spa” e “Habitat srl” sono le due società concessionarie del relativo progetto per l’installazione di centraline per il rilevamento di dati sull’inquinamento. I comuni interessati sono: Casarano, Acquarica del Capo, Alessano, Alezio, Morciano di Leuca, Parabita, Presicce, Ruffano, Sannicola, Supersano, Taurisano ed Ugento

“Tek-up spa” e “Habitat srl”, società appaltatrici del relativo progetto, hanno completato l’altro ieri l’installazione delle centraline che serviranno per il monitoraggio dell’inquinamento elettromagnetico. Le due società hanno montato gli innovativi strumenti di controllo nei 12 comuni individuati dal progetto promosso dalla società consortile “Area Sistema di Casarano e Comuni Associati” e precisamente ad Acquarica del Capo, Alessano, Alezio, Morciano di Leuca, Parabita, Presicce, Ruffano, Sannicola, Supersano, Taurisano, Ugento e Casarano. I siti individuati nel nostro comune sono 16, quasi tutti posizionati nelle vicinanze delle antenne telefoniche: Casa di cura “Euroitalia”; pallone tensostatico del quartiere di “Pietra Bianca”; mercato coperto di contrada “Botte”; Istituto Industriale in viale Ferrari; Istituto Professionale in via Napoli; parrocchia del S. Cuore di Gesù; abitazione privata in contrada “Stesa”; Istituto Comprensivo “Lidia Morgante” di via IV Novembre; Scuola materna comunale “S. Giovanni Elemosiniere” di via Cavour; Asilo nido di via Agnesi; Istituto Comprensivo Polo 3 di piazza S. Domenico; “Fondazione Filograna” in viale De Matteis; Tribunale in viale Stazione; Liceo Scientifico di via Reno; Istituto Comprensivo Polo 1 di via Ruffano; abitazione privata in via Duca d’Aosta. La centralina montata presso l’Asilo nido di via Agnesi verrà probabilmente spostata all’interno dell’ospedale civile “Ferrari” una volta che saranno completati i passaggi burocratici per la relativa autorizzazione. Non tutte le centraline sono visibili dall’esterno. Dall’esterno è possibile vedere la centralina situata sugli spogliatoi del palazzetto dello sport di “Pietra Bianca” e quella del mercato coperto di contrada “Botte”; visibili anche le centraline della scuola materna di via Cavour, del Polo 4 in via IV Novembre e dell’Istituto Professionale. Per l’attivazione, però, bisogna aspettare il mese di settembre quando i tecnici applicheranno ad ogni centralina la sim telefonica necessaria per il collegamento. Il lavoro di montaggio delle sim comincerà la prossima settimana e si dovrebbe concludere entro il mese di settembre.

Leave a Comment