L’Italia va a Berlino

120 minuti col fiato sospeso. Poi la grande gioia

Grosso e Del Piero all’ultimo minuto dei supplementari. E la partita si ferma prima dei rigori. L’Italia batte la Germania ed ora si gioca il titolo del mondo con la Francia. Intanto esplode la festa in tutta la Penisola

Urla, cori e caroselli per tutta la notte. Si è conclusa in euforia e baldoria, per l’Italia, la semifinale del Campionato mondiale contro la Germana. 120 minuti di gioco e poi la doppietta che porta la squadra azzurra direttamente a Berlino, dove, domenica prossima, si scontrerà con la vincente tra Francia e Portogallo. Fiato sospeso, schermi giganti e poi l’esplosione della festa per strade e piazze di tutta la Penisola (ma non solo; sono tantissimi gli italiani in Germania; solo allo stadio, ieri, se ne contavano 4mila). E del Salento, naturalmente. L’Italia ha convinto. Ed è per questo che la vittoria assume un sapore ancora più gustoso. Gli azzurri hanno conquistato il pass per la finalissima di Berlino. I due gol, di Grosso e Del Piero, sono arrivati all'ultimo minuto del secondo supplementare al termine di una gara sofferta ma nettamente dominata dal gruppo guidato da Marcello Lippi. Rigori scongiurati. Ed ora manca davvero poco. Per scaramanzia non si dice, ma si pensa: forse non è così impossibile per i nostri affermarsi campioni del mondo.

Leave a Comment