SCIAMU!

Sud sound system e Negramaro al concerto del 1 maggio.

Dopo le pizziche del 2004, quest’anno ancora Salento a San Giovanni. Nel cast del concertone del 1 maggio SSS e Negramaro.

Il bis è servito. Doppio, addirittura. Dopo Uccio Aloisi e l’ensamble della Notte della Taranta l’anno scorso, anche quest’anno con Negramaro e Sud Sound System,al concerto romano del primo maggio, si parlerà il nostro dialetto. Il Salento, dunque sempre più presente e protagonista nell’attesissimo e affollatissimo happening musicale. Nel 2004 si è presentato nella sua essenza, facendo “zumpare” le centinaia di migliaia di piazza San Giovanni al ritmo degli esclusivi e fascinosi tamburelli; adesso si propone, invece, con le sue bands più conosciute, amate e seguite: Negramaro e Sud Sound System. I primi, mentre uscivano dal San Remo bonolisiano, entravano nelle radio di tutta Italia, registrando numerosissimi passaggi. Da tutti indicati quale rivelazione dell’anno, sono i cocchi della Caselli, che ha investito molto sul loro stile: rock moderno, essenziale, contaminato (non eccessivamente) dall’elettronica, testi curati e autografi, look immediato, quasi ingleseggiante, ancora legati alle origini da “prove in garage”. Più vecchi e (forse) meno popolari (in tutta Italia!) i Sud Sound System sono inconfondibili perché “uniti ‘ntra stu stile, osci, cu li giamaicani”. Sperimentano, infatti, un reggae assolutamente tipico, cantando solo in dialetto. Latori di una politica, quella dell’attaccamento alla propria terra, sono amatissimi da tutti i Salentini (anche dai non appassionati del genere), per i testi colorati e sentiti, per i concerti “sballosi” e per l’inno al Lecce; sono stati capaci di guadagnarsi un posto di riguardo nello star system del reggae italiano e sono tra i più attesi del concerto. L’anno prossimo a CGIL, CISL e UIL conviene spostare il palco (enorme!) a piazza Sant’Oronzo!

Leave a Comment