Nella vecchia Fattoria…

Anche Cristel Carrisi, figlia di Al Bano, ai lavori forzati nel reality tv

Dopo Loredana Lecciso, casa Carrisi ci riprova. Puntando sulla giovane Cristel, in “Fattoria” dal 16 marzo

È proprio vero: nella famiglia Carrisi, la “Fattoria” va di moda… Tormentone della scorsa edizione del reality “La Fattoria”, infatti, fu proprio la partecipazione (fin troppo discussa!) di Loredana Lecciso, attuale compagna (o no?) di Al Bano. Prima eliminata dal gioco, tra l’altro. E fu così che iniziò la saga “gemelle Lecciso”. Quest’anno è la volta di Cristel, figlia diciannovenne del cantante pugliese, che si avvicina al lavoro in fattoria “per capire – lo ha dichiarato lei – e vivere, sulla mia pelle, ciò che è stata la giovinezza di mio padre”. Perché questa volta papà Al Bano non si opposto con la stessa convinzione dell’anno scorso…forse ha capito che mandare in fattoria i suoi familiari fa bene anche a lui! Dunque, parta il conto alla rovescia delle ore che mancano per il via alle danze, anzi ai lavori forzati, è il caso di dirlo. Cristel e gli altri da mercoledì 16 marzo saranno isolati in una fazenda brasiliana, del tutto priva di comfort, a 100 km da Rio. Noi vedremo, su canale 5, come se la caveranno. A Cristel in particolare, sulla quale, più di tutti, sono puntati i riflettori quest’anno, auguriamo di resistere al lavoro più di quanto non sia riuscita a fare Loredana…appena una settimana!

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!