Laganà trionfa al Rally di Casarano

Un bis dopo la vittoria della scorsa edizione

Grande affluenza di pubblico per la nona edizione del rally città di Casarano.

Il nono rally Città di Casarano ha finalmente espresso il suo verdetto. E' ancora la coppia Laganà-Guglielmi a trionfare, dopo la vittoria della scorsa edizione, seguiti dagli equipaggi Albano-Sorano, in seconda posizione della classifica finale assoluta e dai piloti Cappilli-Sansone, terzi arrivati. “Una bella gara, – ha dichiarato Laganà – soprattutto la nuova prova speciale, non poco impegnativa. Abbiamo avuto qualche piccolo problema con i freni nella prima prova, poi fortunatamente risolti. Siamo riusciti a recuperare bene e a concludere nel migliore dei modi. Il pubblico, maggiore rispetto allo scorso anno, è stato molto caloroso. Il prossimo appuntamento ci vedrà impegnati nel Campionato Italiano Asfalto il 24 aprile, senza dimenticare il Rally del Salento”. Una manifestazione ben riuscita, dunque, la nona edizione del rally Città di Casarano, come dichiarato dagli organizzatori Pierpaolo Carra e Silvio Tabacchino, quest'ultimo quinto in classifica assoluta, preceduto dalla coppia Pisacane-Sari. “Abbiamo lavorato con grande impegno – ha raccontato il presidente della Casarano Rally Team Carra -. Il nostro intento, ora, è quello di portare, per l'anno prossimo, questa gara nella Coppa Italia settima zona. E' doveroso ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questo evento”. Soddisfazione espressa anche dal vicesindaco di Casarano Gabriele Caputo : “Abbiamo voluto essere, e lo saremo certamente anche in futuro, vicini a questa manifestazione, divenuta ormai un evento importante per tutto il territorio, anche dal punto di vista turistico”. Non sono mancati, però, momenti di tensione per l'incidente occorso all'equipaggio Ricchiuti-Potera, in seguito al quale il primo ha riportato la lussazione della spalla e un trauma all'anca. A confermare il successo della manifestazione sportiva anche i dati provenienti dal sito internet www.salentomotori.it, che ha registrato, durate i giorni della competizione, accessi da ben 37 nazioni. Segno ulteriore della attenzione che è riuscito a guadagnarsi uno degli appuntamenti sportivi più attesi del Salento.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!