ARTI Puglia
 
Home > rubriche > Golem > dicembre 2008 > Massimo Manera

Golem

Mario Maffei Quella del Golem è un'antichissima leggenda ebraica ambientata a Praga, sul mito dell'uomo artificiale creato da una massa informe di argilla.

Questo Frankenstein semita ha una doppia natura: è il servo obbediente e laborioso del suo creatore (il saggio rabbino Loew) ma è muto, stolto e imperfetto. La leggenda si conclude con la distruzione del Golem da parte del rabbino.

Il senso della rubrica è quello di svelare i due volti dei personaggi pubblici salentini

10 dicembre 2008

Massimo Manera, il porta... voce

Pioniere del recupero della cultura e lingua grika, oggi è l'alterego di Pellegrino

Primo dei non eletti alle scorse elezioni provinciali, all'indomani delle quali fu premiato da Pellegrino con la nomina a suo "portavoce"

Massimo Manera, 44 anni portati non benissimo, single, avvocato, sindaco di Sternatia per due mandati (attualmente è vicesindaco e assessore all'urbanistica). Pioniere del recupero della cultura e lingua grika della sua comunità, fu il primo presidente dell'Unione dei Comuni della Grecìa salentina (attualmente è componente della Giunta). Primo dei non eletti alle scorse elezioni provinciali, all'indomani delle quali fu premiato da Pellegrino con la nomina a suo "portavoce". In seguito a polemiche dell'opposizione di Palazzo dei Celestini sulla proliferazione dei costi per questo tipo di incarichi, giurò solennemente di prestare la sua opera a titolo gratuito: promessa mantenuta per tre mesi. Dal quarto fu equiparato nello stipendio ad un dirigente, percependo uno stipendio lordo mensile di poco meno di 7.000 euro. Di recente ha preferito rinunciare al seggio di consigliere provinciale e mantenere il suo incarico (commento ironico di Raffaele Baldassarre: "la lettura della lettera di dimissioni di Manera è più lunga della sua permanenza nel Consiglio").
Secondo la legge 150/2000 il portavoce di un Ente deve essere iscritto all'Ordine dei giornalisti. Manera non risulta iscritto nell'albo dei giornalisti pugliesi. Il recente decreto Tremonti ha ulteriormente chiarito e ristretto i margini interpretativi della legge 150 che all'articolo 6 recita: "le attività di informazione si realizzano attraverso il portavoce e l'ufficio stampa e quelle di comunicazione attraverso l'ufficio per le relazioni con il pubblico". E' pacifico che nel lessico comune, imbastardito da certo linguaggio televisivo, informazione e comunicazione appaiano come sinonimi. Ma non è così. Portavoce e ufficio stampa dovrebbero relazionarsi con i media, operare (da giornalisti, verso i colleghi giornalisti) come facilitatori dell'azione amministrativa. Assumere comportamenti richiesti dalle carte deontologiche. Mai e poi mai gestire budget pubblicitari.
"Che inezia!" - dirà qualcuno. Guardare al mancato titolo di "giornalista" del Manera, mentre in Provincia un dirigente accredita denari pubblici sul conto della madre. E invece no. Siamo alla vigilia di una campagna elettorale, e con Giovanni Pellegrino, si sottopone al giudizio degli elettori anche il "direttorio" dei suoi fedelissimi: oltre a Manera, quindi, anche il capo di Gabinetto Gianni Turrisi. Entrambi percepiti dai più che hanno avuto a che fare con l'Ente provinciale come i veri "Vicepresidenti". Chiamatelo allarme preventivo o, se preferite, difesa corporativa di una professione, quella giornalisitica, che ormai è diventata precaria e quindi sempre meno autorevole e sempre più ricattabile. Ma, a meno che il funambolico avvocato di Sternatia non sia professionista o pubblicista, al prossimo giro porterà la voce di chi gli pare, tranne quella di Pellegrino, se lo stanco senatore ce la farà a vincere ancora.
L'augurio del Golem è che, persa nel PD la prassi alle "primarie" (anche Nichi Vendola, sempre più Pd e sempre meno Rifondazione, specie dopo la sconfitta al suo congresso, è in una botte di ferro su questo fronte), la si possa riprendere almeno per i rispettivi staff.


 



Commenti

#29
chiunque vinca che abolisca l'odioso ruolo del portavoce...


basta portaborse @ 13:29-28.5.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#28
Caro stambali, tutti a Melpignano sappiamo chi sei. Tu sei Blasi. Ma non il Blasi che dici di odiare (odiare... che parole forti, caro Blasi, forse questo caso di omonimia ha turbato la tua fragile personalità). Tu sei Blasi. Sei Blasi, di un'altra famiglia Blasi, di un'altro partito, di un'altra lista elettorale, ma sempre Blasi rimani. Fai come me... e renditi davvero misterioso...


Fahra @ 9:10-4.2.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#27
Per me si è perso il lume della ragione.Opera di sciacalli...Vorrei vedere voi a essere registrati da un amico.!!!!Ma siamo fuori di testa.Il dottore ha registrato i colloqui dell'amico SINDACO quando costui già lo aveva,neanche tanto velatamente spaventato.Ed era molto deluso,che l'amico Sindaco si comportasse così arrogantemente con lui,lo ha fatto anche perchè quando ha capito che l'amico Manera era infuriato,quello era l'unico modo per averne prova.
E per sua fortuna...Ha detto il Pubblico Ministero.
Ma alle udienze del processo,nessuno ha partecipato? E allora perchè vi fermate alle falsità che ha raccontato e sta facendo diffondere Manera.Proprio non vi rendete conto?
Il comizio per farvi un idea della bassezza lo trovate sul sito sternatia.altervista.org ( che leggerezza )


anomimo @ 18:29-22.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#26
"PER QUANTO POSSA ESSERE BELLA LA STRATEGIA' OCCASIONALMENTE SI DOVREBBE POTER GUARDARE AI RISULTATI" I RISULTATI SONO: UNA PICCOLA REALTà DOVE L'UNO è CONTRO L'ALTRO PER IL SOLO GUSTO DI ESSERE I MIGLIORI ISTIGATI DA CHI NON APPARTIENE POI TANTO A QUESTA REALTà. CHI è DI STERNATIA INTENDA!


M. R. @ 20:56-21.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#25
MANERA è CADUTO NELLA TRAPPOLA DI CHI VUOLE "IL POTERE PER IL POTERE" E QUELLE PAGINE DI QUEL "POETA" STAREBBERO BENE SOTTO LA CENERE


MANUELA R. @ 20:30-21.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#24
Parli solo chi conosce i fatti realmente!! se volete esprimere la vostra opinione su una persona, fatelo liberamente. ma non potete sparlare di un fatto che è solamente opera di sciacalli!! vorrei vedere voi, registrati durante una discussione con un amico- dottore di famiglia!


libera cittadina @ 18:40-21.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#23
Manera è stato assolto (e ora non se ne parli più) da Telerama e dal Pellegrino presidenteo, quanto finora accaduto è colpa di sciacalli e invidiosi, il presidente ha aggiunto che non solo respingerà le dimissioni di Manera, dall'incarico di portavoce, ma per premiiarlo, per la buona buona condotta tenuta, gli aumenterà lo stipendio.


PALLONI SGONFIATI

PAOLO M.


anomimo @ 15:36-21.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#22
Manera può difendersi nelle sede e con i tempi opportuni, la condanna per concussione per ora dice che è colpevole, mi auguro per lui che dimostri la sua innocenza.
Sul fatto che si sia dimesso dalle cariche lasciamo stare, mate l'immaggini se non l'avesse fatto, anzi la carica dopo la trombatura alle provinciali di portaborse del presidente pellegrino non doveva proprio richiederla/accettarla. E' una carica vergognosa.


roberto


anomimo @ 12:2-21.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#21
Caro Roberto,
la condanna in primo grado non vuol dire che Manera sia colpevole. C'è l'appello e la presunzione di innocenza. apprezzabile invece che si sia dimesso da tutte le cariche (cosa che non tutti fanno).

riguardo alla solidarietà dei DS concordo con te. Penoso! se condannano un mio amico gli faccio una telefonata o lo vado a torvare ma non mi espongo pubblicamente. Che volgiono dire, che i magistrati stanno sbagliando?


anomimo @ 17:56-20.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#20
Molti media non hanno detto nulla sul Manera condannato, potenza della politica.

L'altra cosa strana è che Capone, Sergio, Rotundo esprimono solidarietà al compagno Manera e nascondono il fatto che è stato condannato, per il reato di concussione, in primo grado, a tre anni di reclusione con l'interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Ma si sa, in Italia e nel salento i reati commessi dagli esponenti di destra sono da condannare quelli fatti dai sinistrosi sono scarmucce, piccoli incidentini di percorso, sviste a cui bisogna esprimere solidarietà.
roberto


anomimo @ 16:9-20.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#19
ma sulla condanna di Manera non avete riportato nemmeno la notizia. come mai?


lettore del Tacco @ 9:22-20.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#18
uno stipendio a scrasciu in meno.


anomimo @ 18:47-17.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#17
Condannato a tre anni di reclusione l'ex sindaco di Sternatia e attuale vice-sindaco e portavoce del presidente della Provincia di Lecce, Massimo Antonio Manera, con l'accusa di concussione La sentenza di primo grado è stata emessa dal Tribunale di Lecce, (Presidente Pietro Baffa, a latere Michele Biondi e Giuseppe Toriello) accogliendo di fatto le richieste formulate nella requisitoria mattutina dal pubblico ministero Marco D'Agostino. La condanna ha comportato l'interdizione perpetua dai pubblici uffici e Manera non potrà beneficiare della pena sospesa con la condizionale. L'intedizione riguarda le cariche elettive, non gli incarichi d'ufficio, come il ruolo attualmente ricoperto all'interno dell'ente provinciale.

tommaso


anomimo @ 23:51-16.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#16
da quello che dite ha prenderla in quel posto sono sempre gli stessi.

pellegrino e manera quando li vedo insieme mi sembrano stanlio e olio.

arrivedorci

alessandra


anomimo @ 0:10-10.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#15
Come al solito alla conferenza stampa in qualita' di "PORTA-BORSE-VOCE" non ha detto una mazza. Per fortuna dei presenti e alla faccia dei contribuenti.

giuseppe


anomimo @ 10:36-9.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#14
Conferenza stampa di ieri in prefettura, parla Pellegrino. alle sue spalle Manera: emergenza rifiuti. ecco, appunto


emergenza rifiuti @ 8:49-9.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#13
Portavoce?
Se almeno sapesse mettere, correttamente, tre parole in riga. Ma l'ho avete mai sentito parlare?
Più che un portavoce sembra un buzzurro con il telefonino sempre all'orecchione 8 altrimenti che portaborse è), e puru cu la panzona.

Ma è un uomo o è nato già porta...?

michele


anomimo @ 16:45-5.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#12
massimo manera: il portaborsette

giorgio


anomimo @ 18:51-3.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#11
Spero che le puzzette le hai fatte in testa alla banda bassotti.

Se questa poesia ti fa cagare vuol dire che di roba indigesta ne hai mangiata parecchia.
Hai trovato un'ottima terapia.

alessandra


anomimo @ 15:39-2.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#10
la poesia mi ha fatto fare le puzzette...


tristeza @ 10:45-2.1.09 | IP: registrato | Commento offensivo

#9
La poesia mi ha emozionato.

Sergio Blasi (homus cattiverius), Massimo Manera (homus piianculus), Luigino Sergio (homus laureatus a sgrascium), con la gestione notte della taranta e la fondazione della N.D.T. si comportano come la banda bassotti nel deposito di zio paperone.

Piia e porta a casa........ tuttu.

Ma i giovani salentini, laureati in economia e senza santi protettori, che possibilità hanno di trovare un lavoro, di far parte di un consiglio di amministrazione o di un collegio sindacale, di avere un incarico professionale?

rappresentano il peggio del peggio.

alessandra


anomimo @ 11:36-31.12.08 | IP: registrato | Commento offensivo

#8
ma l'avete vista la faccia di Manera agli auguri del presidente Pellegrino di fine anno?
c'è aria di smobilitazione...


giornalaia @ 9:31-31.12.08 | IP: registrato | Commento offensivo

#7
che bella poesia...
ma com'è la storia che Manera si è offeso?


Max @ 19:45-18.12.08 | IP: registrato | Commento offensivo

#6
L'araldo

Parlava a bocca piena
l'araldo
stupore e speranza
negli occhi della platea
si accompagnava a Nietzshce
durante l'antipasto
gli occhi puntati degli astanti
a sorreggere parole nuove
bene impostate scandite a colpire
nel giusto cuore
il lavoro dei figli la pensione dei padri
una casa per tutti per tutti l'ascolto

Parlava a bocca piena
l'araldo
ma si spiegava bene
durante il primo
chiedeva a Proust della sua ricerca
e consigliava a tutti di decidere
da che parte stare
facendo notare che la sua strada
era l'unica percorribile
perché spianata da lui personalmente
e dalla sua mole imponente
"che presto sarò Presidente
e avrò ai miei piedi la gente"

Parlava a bocca piena
l'araldo
ma si faceva capire bene
viveva di parole e la gente le ascoltava
la sua retorica era nota a tutti
dava ai ciechi l'illusione di vedere
ai poveri la certezza del pane
alle madri il latte per i figli
prometteva pani e pesci
a chi gli chiedeva semplicemente dell'acqua
non risparmiandosi mai quando
c'era da distribuire una buona parola di conforto
non era un materialista
tanto che nulla può essergli attribuito
ma le parole quelle si
sono rimaste nel cuore della gente
e quel modo gentile di sussurrarle
con la mano sul cuore
e il tono mesto proprio delle persone sensibili

Parlava a bocca piena
l'araldo
ma sapeva bene cosa dire
agli assetati l'acqua
agli affamati parlava del pane
ai disoccupati di come li aiuterebbe un lavoro
capiva bene le disgrazie
e le plasmava con parole che
lui ben conosceva e che
liberava accendendo la speranza
ridando la vita a chi altrimenti
sarebbe morto
non perdeva occasione per aumentarsi
diminuendo con pervicacia
chiunque gli fosse contro

Parlava a bocca piena
l'araldo
ma sapeva cosa dire
poco prima della frutta
ebbe modo di confermare
che Berto per vincere il suo "Male oscuro"
si era aiutato con le pastiglie di litio
aveva una risposta per ogni domanda
e quando risposta non c'era lui
la inventava
di lui si diceva fosse nato per fare politica
di quelli come lui in Italia
si dice siano "forgiati per la politica"

Parlava a bocca piena
l'araldo
ma sapeva cosa dire
anche quando gli elettori stanchi
di vederlo mangiare
gli si rivoltarono contro negandogli il voto
Qualcuno gli sentii dire
"sono quarant'anni che faccio politica
qualche incarico il partito me lo darà comunque
e la farò pagare a questi ingrati"

Parla ancora a bocca piena
l'araldo
la vita sembra non gli abbia
insegnato nulla
"quello che semini raccogli"
"quando pensi che la gente è stupida…"
"non fare mai il passo più lungo della gamba"
Ma è la saccenteria la pienezza di se
quell'arroganza spesso fuori posto
e con persone umili
ad avergli dato il colpo più forte
quel luogo comune che ormai da tempo
gira negli ambienti intellettuali e politici
della Città, e cioè:
"E' l'unico politico in Italia
che viene pagato
purchè (basta che) non faccia niente"

L'araldo
appunto.

P,S. il testo l'ho copiato dal sito www.pessimoelemento.splinder.it a pag. 5 e comunque è stato pubblicato dal Consorzio Autori Del Mediterraneo in una collettanea poetica di 6 o 7 autori.
Non è una meraviglia?


pessimoelemento @ 14:9-16.12.08 | IP: registrato | Commento offensivo

#5
Faccio un appello ad Annamaria.
e dai... facci leggere sta poesia pure a noi


Marco @ 13:16-14.12.08 | IP: registrato | Commento offensivo

#4
ti prego pessimoelemento, vogliamo il testo di questa poesia... please :-)


franca @ 13:36-13.12.08 | IP: registrato | Commento offensivo

#3
Manera è il primo dei trombati.Un amico poeta mi raccontava d'aver scritto una poesia sui politici e su come si somiglino tutti nell'attaccamento alla poltrona e nel coltivare il proprio orticello. L'ha scritta pensando a RUTELLI che trombato a Roma piangeva per un incarico, non avendo MESTIERE, ed è stato accontentato. Bhe' chi ha protestato per la poesia in questione?.... MANERA !!! Sentendosi offeso dalle insinuazioni. Quando si dice la coda di paglia. ( la posia si intitola L'ARALDO l'autore è Giovanni Santese il libro SOTTO LA CENERE )
L'autore non me ne voglia, ma l'occasione era troppo troppo...
Manera insieme a BLASI e luigino Sergio si sono PIAZZATI nel CDA della FONDAZIONE Notte della Taranta, cosa credevate che bastava non votarli per toglierseli dalle palle?


pessimoelemento @ 13:29-13.12.08 | IP: registrato | Commento offensivo

#2
Avete letto sul Quotidiano di oggi degli aumenti che si sono sati gli assessorie e i consiglieri della Provincia di Lecce????
Pellegrino vai a casa e portati con te tutta questa cricca di parassiti.
Basta costi della politica. siamo stufi di pagarvi gli stipendi


Uccio ti sbuccio @ 9:53-12.12.08 | IP: registrato | Commento offensivo

#1
a me piace di più Gianni Turrisi. Almeno ti risponde al telefono...


Uccio ti sbuccio @ 10:5-11.12.08 | IP: registrato | Commento offensivo

Speedy ADSLStilo CMS
 
Il tacco d'Italia è di IdeaDinamica Scarl.
via Casaranello 10 - 73042 Casarano (Le) | tel. 0833/1815183, fax 0833/1807291 | redazione@iltaccoditalia.info
P.Iva 04000910754

Per la pubblicità su portale e newsletter: Mario Maffei Cell: 393/9801141, marketing@iltaccoditalia.info
Il Tacco d'Italia è realizzato in collaborazione con Associazione Giovani Giornalisti di Taurisano (Le)
   :

Direttore responsabile Maria Luisa Mastrogiovanni
Quotidiano on line iscritto al n° 845 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce nel gennaio 2004 e al ROC al n° 20562


© 2004-2014 Il tacco d'Italia. Riproduzione riservata: Si autorizza l'utilizzo degli articoli e degli altri contenuti del sito, a patto che vengano rispettate due condizioni: la citazione della fonte (www.iltaccoditalia.info) e il collegamento ipertestuale all'articolo originale. In mancanza di tali requisiti ogni utilizzo verrà perseguito per violazione dei diritti di copyright.