Optica Seclì
 
Home > news > sanità > aprile 2008 > Sicurezza in ospedale

sanità

17 aprile 2008

Sicurezza in ospedale

Assemblea dei medici

di Enzo Schiavano
Sicurezza in ospedale

Maggiore sicurezza per gli operatori del Pronto Soccorso e rapporti tra medici e il "Tribunale per i Diritti del Malato": sono stati i temi discussi dall'assemblea dei medici, convocata da "Anaao-Assomed" lunedì scorso presso il presidio ospedaliero "Francesco Ferrari" di Casarano

I medici hanno, in particolare, discusso i recenti episodi che hanno riguardato violente aggressioni fisiche e verbali contro medici e personale paramedico dell'ospedale, durante lo svolgimento del loro regolare turno lavorativo. Il problema esplose il mese scorso quando il dott. Dino De Lorenzis trovò la morte a causa di un incidente stradale, subito dopo il proprio turno di lavoro durante il quale era stato aggredito verbalmente da un paziente.
L'assemblea, inoltre, ha valutato e ampiamente discusso gli avvenimenti che hanno interessato i rapporti di alcune unità operative (in particolare Cardiologia) con il locale Tdm, "per i quali – si legge in una nota del sindacato – l'assemblea, all'unanimità, ha ritenuto manifestare profondo malessere, malumore e altrettanta forte preoccupazione". Alla fine, l'assemblea ha richiesto l'intervento immediato del commissario straordinario affinché "renda meno precarie le strutture ospedaliere e attivi, con estrema urgenza, un servizio di vigilanza interna nell'ospedale di Casarano: servizio, peraltro, richiesto invano da anni, ma che si è reso ancor più necessario alla luce degli ultimi tragici avvenimenti"
Sempre al commissario straordinario, dott. Rodolfo Rollo, i medici chiedono che "proponga e disponga regole comportamentali ben precise di civile convivenza e nel rispetto dei ruoli e delle funzioni specifiche proprie dei medici e del Tdm". L'assemblea ha chiesto ancora l'intervento del Direttore Medico del Presidio Ospedaliero di Casarano, dott.sa Gabriella Cretì, affinché, "nelle more, assicuri la regolare funzionalità dei reparti, regolamentando i rapporti tra medici e locale Tdm; richiede allo stesso Tdm di svolgere il suo ruolo nell'ambito delle specifiche competenze e di non determinare disfunzioni operative ai reparti o anche invasioni di campo in competenze altrui".
Infine, l'assemblea dei medici del "Ferrari" ha chiesto l'interevento del sindaco di Casarano, Remigio Venuti, affinché "faccia proprie le richieste avanzate dall'assemblea al Commissario Straordinario dell'Azienda e assicuri la normale funzionalità dell'ospedale, sul quale egli ha responsabilità di vigilanza".


 



Commenti

#1
mi sono ritrovata non troppi giorni fa ad avere bisogno dell'assistenza sopedaliera per un mia parente; è andato tutto bene, ma in quei momenti no mi sentivo tutelata; cioè non avrei messo la mano sul fuoco che tutto sarebbe andato bene: oggi gli ospedali non ci comunicano quella serità ed affidabilità di un tempo. è segno che un cambiamento va pensato


Clelia @ 12:36-17.4.08 | IP: registrato | Commento offensivo

Speedy ADSLStilo CMS
 
Il tacco d'Italia è di IdeaDinamica Scarl.
via Casaranello 10 - 73042 Casarano (Le) | tel. 0833/1815183, fax 0833/1807291 | redazione@iltaccoditalia.info
P.Iva 04000910754

Per la pubblicità su portale e newsletter: Mario Maffei Cell: 393/9801141, marketing@iltaccoditalia.info
Il Tacco d'Italia è realizzato in collaborazione con Associazione Giovani Giornalisti di Taurisano (Le)
   :

Direttore responsabile Maria Luisa Mastrogiovanni
Quotidiano on line iscritto al n° 845 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce nel gennaio 2004 e al ROC al n° 20562


© 2004-2014 Il tacco d'Italia. Riproduzione riservata: Si autorizza l'utilizzo degli articoli e degli altri contenuti del sito, a patto che vengano rispettate due condizioni: la citazione della fonte (www.iltaccoditalia.info) e il collegamento ipertestuale all'articolo originale. In mancanza di tali requisiti ogni utilizzo verrà perseguito per violazione dei diritti di copyright.