Optica Seclì
 
Home > rubriche > Golem > settembre 2010 > Rosario Giorgio Costa

Golem

Mario Maffei Quella del Golem è un'antichissima leggenda ebraica ambientata a Praga, sul mito dell'uomo artificiale creato da una massa informe di argilla.

Questo Frankenstein semita ha una doppia natura: è il servo obbediente e laborioso del suo creatore (il saggio rabbino Loew) ma è muto, stolto e imperfetto. La leggenda si conclude con la distruzione del Golem da parte del rabbino.

Il senso della rubrica è quello di svelare i due volti dei personaggi pubblici salentini

21 settembre 2010

Rosario Giorgio Costa, il turismo prima di tutto

Rosario Giorgio Costa

La scuola inizia a metà settembre ma per il senatore matinese si dovrebbe iniziare a ottobre. Per questo lo collochiamo in "CHI SCENDE" nella rubrica del Tacco d'Italia cartaceo

Rosario Giorgio Costa, matinese, Senatore del centrodestra da cinque legislature e presidente dell'Ordine dei commercialisti della provincia di Lecce ininterrottamente dal 1999, anche quest'anno ci ha rifilato la proposta di posticipare la ripresa delle attività scolastiche al 1° ottobre (lo aveva già fatto in passato). Il suo disegno di legge n. 409 infatti recita: "Per le scuole di ogni ordine e grado l'anno scolastico ha inizio dopo il 30 settembre". La ministra dell'Istruzione Mariastella Gelmini si è mostrata possibilista (in barba allo sbandierato federalismo) mentre la Lega ha bocciato l'idea senza appello (al nord si torna sui banchi il 13 settembre). Costa ha così spiegato la logica della sua proposta che ci riporterebbe indietro agli anni ‘60: "l'attuale inizio della scuola provoca la anticipata chiusura della stagione estiva anche rispetto al ciclo meteorologico; ciò determina per le regioni a vocazione balneare un conseguente accorciamento della stagione turistica, con cadute occupazionali e reddituali". Oh che bello! finalmente gli italiani, avendo i figli in casa per quasi quattro mesi, potranno organizzare meglio le proprie vacanze estive: un mese ai laghi, uno per città d'arte, poi al mare e infine in montagna. E i bambini le cui famiglie non hanno i soldi necessari? pazienza, restano in città a far niente per qualche altra settimana. Ma non è così che si aiuta il turismo: bisogna invece accorciare le vacanze estive, aumentando i giorni di vacanza nel corso dell'anno scolastico e favorendo la destagionalizzazione.


 



Commenti

Speedy ADSLStilo CMS
 
Il tacco d'Italia è di IdeaDinamica Scarl.
via Casaranello 10 - 73042 Casarano (Le) | tel. 0833/1815183, fax 0833/1807291 | redazione@iltaccoditalia.info
P.Iva 04000910754

Per la pubblicità su portale e newsletter: Mario Maffei Cell: 393/9801141, marketing@iltaccoditalia.info
Il Tacco d'Italia è realizzato in collaborazione con Associazione Giovani Giornalisti di Taurisano (Le)
   :

Direttore responsabile Maria Luisa Mastrogiovanni
Quotidiano on line iscritto al n° 845 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce nel gennaio 2004 e al ROC al n° 20562


© 2004-2014 Il tacco d'Italia. Riproduzione riservata: Si autorizza l'utilizzo degli articoli e degli altri contenuti del sito, a patto che vengano rispettate due condizioni: la citazione della fonte (www.iltaccoditalia.info) e il collegamento ipertestuale all'articolo originale. In mancanza di tali requisiti ogni utilizzo verrà perseguito per violazione dei diritti di copyright.