Strisce gialle e strisce blu. ‘Istituzioni insensibili alla disabilità’

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Email this to someonePrint this page

San Giorgio a Cremano. La denuncia di una disabile. Pur non essendo salentina, racconta la sua storia al Tacco, impegnato in un'informazione serrata sulla strisce blu

SAN GIORGIO A CREMANO – L’informazione serrata che il Tacco sta facendo sulle strisce blu spinge lettori di altri territori a considerarci un punto di riferimento e un amplificatore delle loro istanze. Quella che vi proponiamo di seguito è la lettera di una cittadina disabile di San Giorgio a Cremano alla prese con difficoltà economiche e fisiche collegate al parcheggio dell’auto ed alle strisce blu. La signora si dice trascurata dalle istituzioni che dimostrano scarsa sensibilità per la sua condizione. La società che ha preso in carico la gestione del servizio di strisce blu presso il Comune di San Giorgio a Cremano ha infatti stabilito che i disabili possano parcheggiare l’auto gratuitamente solo nei posti (uno ogni 40) contrassegnati da striscia gialla. Se quelli dovessero essere occupati, allora il disabile può posteggiare in un parcheggio a strisce blu pagando invece della tariffa di un euro, quella agevolata di 40 centesimi. La società inoltre ha disposto che il “grattino” vada sostituito ogni ora. Ma come possono farlo di disabili, se hanno difficoltà di movimento? Salve, sono una persona invalida di San Giorgio a Cremano. Percepisco solo 500 euro di pensione al mese mentre mio marito ne percepisce solo 200 al mese in quanto anche lui invalido. Abito in piazza Trieste e Trento n 10. Parlo a tutela di tutte le persone invalide di San Giorgio a Cremano. Da oggi la nuova società strisce blu ha deciso che noi invalidi possiamo solo parcheggiare sul singolo posto invalidi (precisando che c’è un solo posto invalidi ogni 40 posti macchine), e se lo troviamo occupato, dobbiamo parcheggiare sulle strisce blu e pagare (fortunatamente solo 40 cent rispetto a 1 euro che paga il comune cittadino… che fortuna, ad essere invalidi si risparmia sulle strisce blu 60 cent!!!!!!!!?). Se trovo poi occupato il posto invalidi sotto casa mia, ovviamente devo parcheggiare la mia auto sulle strisce blu e la nuova società ha deciso che ogni ora l'invalido, siccome gode di ottima salute, deve scendere per mettere il grattino. Mettendo in conto che io abito all’8° piano, se l'ascensore si guasta, siccome sono sana come un pesce, devo scendere a piedi e risalire a piedi ogni ora. Io mi reputo fortunata ad avere l'ascensore, pensate a quanti invalidi devonoo scendere e salire a piedi non avendo l'ascensore. Mi chiedo: in una giornata-tipo, dove esco e mi accompagnano con l'auto al mercato per fare la spesa, trovo il posto invalidi occupato e quindi per parcheggiare pago le strisce blu, poi mi reco alla posta, idem e pago, poi all'Asl,idem… questi pochi soldi al mese li devo spendere per pagare i parcheggi? Vi ricordo che noi invalidi abbiamo la macchina non per lusso,ma per necessità (non menzionando poi l'assicurazione, il bollo e le altre spese per essere in regola)… D'altronde il parcheggio della vesuviana, dove abito, si paga anche di notte, cosa inaudita, non si è mai sentito che un parcheggio è a pagamento anche di notte! Noi invalidi non solo abbiamo problemi fisici e nel mio caso anche economici, ma dobbiamo anche essere presi in giro in questo modo, con articoli su internet che parlano di “agevolazioni strisce blu per invalidi a San Giorgio”. Ma quali agevolazioni, se non veniamo tutelati da nessuno! Io mi sento trascurata dalle autorità che invece dovrebbero venire incontro ai problemi del cittadino in generale. Siccome la situazione è molto grave e nessuno ha cercato di evitare tutto questo disagio alle categorie deboli, io vado avanti e chiamerò in causa tutte le autorità competenti di San Giorgio a Cremano. E metterò in evidenzia ai giornali regionali e, se necessita, Striscia la notizia, Mi manda rai 3, tutta la vergogna e l'assurdità che si attua nei confronti di coloro che sono deboli da parte di Amministrazioni che non hanno un briciolo di umanità e sensibilità nei confronti dei cittadini che hanno difficoltà. Con la speranza di trovare qualcuno con più sensibilità nei nostri riguardi.. Spero che si risolva la situazione nel più breve tempo possibile altrimenti non mi fermerò davanti a niente e a nessuno. Ricordatevi: l'invalido non si tocca, per nessun motivo! Ci dicono di aspettare ancora giorni per prendere una decisione riguardo al nostro Comune, ma intanto noi dobbiamo pagare, come possiamo fare? In attesa di risposta Una sangiorgese + che arrabbiata

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

About The Author

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Related posts